Vai al contenuto

Il primo segnale del dismetabolismo di carboidrati e lipidi è la steatosi epatica.
Il glucosio che arriva con la dieta nella cellula epatica ha due strade: produrre energia o depositarsi sotto forma di glicogeno.
A digiuno un individuo utilizza circa 200 grammi di zuccheri nelle 24 h e quindi è necessario un apporto di glucosio continuo per garantire ai tessuti l’energia sufficiente.
L’omeostasi del glucosio, cioè la stabilità della sua concentrazione plasmatica, dipende dall’assorbimento intestinale, dall’utilizzazione dei tessuti e dal dispendio energetico.

Tutte queste operazioni passano obbligatoriamente attraverso il fegato.
Tra gli ormoni interessati ci sono l’insulina e il glucagone. … Leggi tutto...

Ringrazio la d.ssa Marina Mariani, che si occupa di sicurezza alimentare da oltre quarant’anni, per l’interessantissimo materiale che ha fornito durante la stupenda conferenza tenuta lunedì 4 marzo all’Associazione Scienza e Arte della Salute.
Le informazioni qui sotto riportate sono state estrapolate dal sito ufficiale dell’EFSA!

---------

Gli insetti per uso alimentare umano che sono stati approvati dal governo in forma congelata, essiccata o in polvere, sono quattro:

Tarma (verme) gialla delle farine (Tenebrio molitor); Cavalletta (Locusta migratoria); Grillo (Acheta domesticus); Tarma minore della farina (Alphitobius diaperinus).

Compariranno nell’elenco degli ingredienti con il loro nome scientifico, per esempio: “farina Leggi tutto...

L’intestino tenue è formato da tre parti distinte: duodeno, digiuno e ileo.

Per lo scopo di questo articolo ci interessa il digiuno, un tratto lungo circa 20 cm sempre vuoto. Il cibo passa dallo stomaco dal duodeno e scorre verso la parte finale del tenue per giungere al colon. Il digiuno è vuoto perchè lavora come il codice a barre nelle casse dei supermercati: registra e scansiona tutto il cibo che passa, quindi registra l'informazione degli alimenti ma anche tutto quello che il cervello sta vivendo in quel preciso momento!
Le proteine passano molto velocemente in questo tratto intestinale, ed … Leggi tutto...

Marcello Pamio - 22 dicembre 2023

Ragazzi un Solstizio d'inverno a dir poco epocale!
Ho appena saputo dall'amico Michele (ufficialmente diabetico di tipo-1) l'esito degli esami del sangue di ieri 21 dicembre. Beh…sconvolgenti!!!
Per comprendere il quadro devo però farvi una piccola premessa sul C-Peptide.
Si tratta di un composto di aminoacidi che ha origine nelle cellule Beta del pancreas.
Insulina e C-Peptide vengono immessi nel sangue alle stesse concentrazioni e questo li rende un indicatore della secrezione insulinica.
Per cui valori bassi di Peptide indicano una ridotta funzione da parte delle cellule Beta del pancreas di secernere l'ormone che … Leggi tutto...

Marcello Pamio - 9 dicembre 2023
A livello mondiale stanno spuntando come i funghi sempre più società che si occupano di stampare "merda sintetica", spacciata per carne.
Redefine Meat per esempio è una nuova azienda di origine israeliana che realizza un’alternativa obbrobriosa alla carne.

La sbobba è realizzata mediante l’innovativa tecnologia della stampante 3D, ma in questo caso non stampano un oggetto ma un alimento che andrà, in teoria, a nutrire le cellule organiche.
Questo progetto - con la scusa ecologica del cambiamento climatico - nasconde enormi insidie per la salute pubblica!

Da una parte spingono per farci mangiare merdaccia … Leggi tutto...

Gli Oli Essenziali sono un concentrato di molecole, energia, informazioni e profumi!
Ravintsara è una pianta molto resistente che cresce in Madagascar chiamata anche Cinnamomum camphora ct cineolo.
Nella lingua malgascia significa "la foglia che cura tutto".
L' olio essenziale viene ottenuto tramite distillazione delle foglie e contiene sabinene, 1,8-cineolo e alpha-terpineolo.

L’ Olio Essenziale di Ravintsara è utilissimo per qualunque tipo di infezione, bronchiti, sinusiti e raffreddori.
Si possono applicare alcune gocce sulla pianta del piede o sul torace, mattina e sera massaggiando con olio vettore, oppure assumerne qualche goccia per una o più volte al giorno con … Leggi tutto...

Glicemia di una persona con il diabete di tipo 1, prima e dopo colazione.
Appena alzato ha 140 mg/dL e dopo colazione ha un pazzesco 121 mg/dL 😳
Come lo spiegano i medici? Dai, sono curiosissimo!
Vi do un piccolo aiutino: inizia con cheto….

Non c'è altra strada! Accompagno persone da decenni, e dopo aver provato di tutto: digiuni, detox, crudismo, veganesimo, ecc. sono arrivato alla consapevolezza che solo una alimentazione chetogenica fa vedere alle persone la luce della guarigione.
Non certo la dieta inenarrabile consigliata dai centri antidiabetici 😂😂😂

Un esempio di colazione totalmente errata consigliata dai medici? Fette … Leggi tutto...

Marcello Pamio - 30 novembre 2023
E' usato in tutto il mondo per via delle sue incredibili proprietà che lo rendono un elemento unico. Ma le sue origini si perdono nella notte dei tempi nell'antichissima tradizione indiana. Mi riferisco al Ghee, conosciuto erroneamente come burro chiarificato, anche se il suo vero nome deriva dalla lingua hindi Ghi.
Si tratta infatti di un'antichissima ricetta della medicina ayurvedica che permette l'eliminazione totale dell'acqua, della caseina e del lattosio dal classico burro di partenza.

A cosa serve?
Le caratteristiche del prodotto finale garantiscono un elevato apporto nutrizionale (grasso puro al 100%) e la … Leggi tutto...

Marcello Pamio - 21 ottobre 2023

Dalle immagini il Natto non ispira per via della bava che sviluppa durante la fermentazione del legume da parte del Bacillus subtilis. Lo so non è invitante ma vi posso assicurare che è squisito, basterebbe andare oltre i limiti mentali.
Sugli aspetti terapeutici del Natto non ci sono dubbi. Sono noti infatti da tempo immemore in Oriente, visto che è uno dei più famosi cibi tradizionali giapponesi. La leggenda vuole che sia stato scoperto dal samurai Minamoto no Yoshile. Questi fu attaccato mentre stava cuocendo la soia per i suoi cavalli e fu costretto … Leggi tutto...

L'estate è appena passata e siamo entrati in autunno. Gli sbalzi di temperatura di questa stagione possono creare disagi, tanto più nelle persone con l'intestino da sistemare.
Va infatti ricordato che l'80% del Sistema Immunitario è situato nelle Placche di Peyer nell'intestino.
Tali placche fanno parte del tessuto linfoide associato alle mucose e si presenta con oltre 200 noduli linfoidi nella sottomucosa dell’ileo. L’epitelio che riveste le placche di Peyer è diverso da quello dei villi intestinali!
Funzionano come un sistema di sorveglianza, analizzando tutto il cibo che passa per poi inviare dei messaggi al resto del tratto intestinale.
Se … Leggi tutto...

Marcello Pamio - tratto da "Colesterolo: avete rotto i grassi"

La Sindrome metabolica è la condizione che si ha quando il sangue è pregno di glucosio e insulina.
Normalmente una persona a digiuno dovrebbe avere una glicemia che va da 70 a 110 mg/dL e questo valore corrisponde ad un totale di circa 5 grammi di zucchero.
Quando questo valore sale, il pancreas secerne insulina per trasformarlo ed immagazzinarlo nelle cellule adipose.

Potete comprendere da soli che avere stimoli insulinici ripetuti nel tempo (anche 5 o 6 volte al giorno) aumenta di molto il rischio di mandare il … Leggi tutto...

Ci siamo. Finalmente è uscito il mio ultimo libro sul Colesterolo. Roba col pelo ovviamente!
Per farlo ho dovuto girarmi come un calzino rispetto alle mie conoscenze. Ma siamo qua per evolvere o sbaglio? Quindi è importante andare oltre ai propri condizionamenti e alle proprie credenze.
Ringrazio Claudio Trupiano e Giorgio Beltrammi per aver scritto le prefazioni al libro.
Di cosa parlo? Vi metto l'indice che parla da solo…
Storia del colesterolo
Sindrome Metabolica
Statine
Danni al cervello
Il senso biologico del colesterolo
Le 5 Leggi biologiche
Infiammazioni
Chetodieta
Digiuno intermittente
I migliori grassi in cucina…

Si può ordinare on-line … Leggi tutto...

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. OK Ok