Impedita la vendita del biodiesel
Tratto da La Leva di Archimede

Impedita di fatto la vendita di biodiesel in Italia, con il ricorso alla solite furbizie all'italiana. - L'Unione europea ha approvato una disposizione che ammette una tassa ridotta solo sul biodiesel mischiato al gasolio (al 5% come additivo o al 25% come combustibile per autotrazione di mezzi pubblici). Per utilizzarlo puro si dovrebbe pagare la tassa sui carburanti e in questo modo il prezzo diventerebbe proibitivo. Il Biodiesel Ŕ un un carburante liquido a base di materie prime rigenerabili derivante da prodotti agricoli, in particolare Ŕ prodotto con olio di colza e di girasole, perci˛ biodegradabile e sicuro.
Il biodiesel Ŕ l'unico carburante che non contribuisce all'aumento di C02 nell'atmosfera e che non accelera pertanto l'effetto serra. Nella disposizione inviata dall'Italia Ŕ contenuta una doppia astuzia: oltre a impedire di fatto la vendita del biodiesel puro si escludono dal mercato i piccoli produttori italiani di biocarburante che non hanno le autorizzazioni e le tecnologie per miscelare biodiesel e gasolio e quindi dovranno vendere tutta la loro produzione alle grandi raffinerie. In Italia, ricordando che il settore dei trasporti su strada Ŕ responsabile di oltre il 90% delle emissioni di benzene, secondo dati di fonte Cives, sono solo 41.000 i veicoli elettrici venduti, di cui circa la metÓ sono biciclette a pedalata assistita. Intanto con la concessione di riapertura della centrale termoelettrica dell'Agip a Gela, "gli operai di Gela scontano sulla loro pelle un decennio di inadempienze e colpevoli silenzi" commenta Legambiente  che lancia un ulteriore allarme rosso
su tutto il resto del petrolchimico. [11.03.2002] "
Fonte: Emissione Zero http://www.emissionezero.it

TUTTO QUESTO AVVIENE NEL SILEZIO TOTALE DELLA STAMPA

Petizione - da un'iniziativa di http://www.cacaonline.it

Al Parlamento europeo e al Ministero dell'ambiente italiano, Chiedo che vengano modificate le disposizioni approvate dalla Commissione europea (protocollo numero 501PC0813) che negano la possibilitÓ di commercializzare biodiesel puro (90% olio di colza, 10% alcol) per autotrazione nel territorio italiano senza che questo sia gravato da accisa.
Giudico sia scandaloso prendere una decisione simile in un momento nel quale l'inquinamento Ŕ ormai causa conclamata della morte di migliaia di persone ogni anno e l'aumento della quota di anidride carbonica nell'aria Ŕ causa universalmente riconosciuta del disastro climatico. Sono molte oggi le aziende, i comuni, le associazioni, le cooperative che fanno stabilmente uso di biodiesel puro e che verranno costrette da questa disposizione insensata a tornare a bruciare carburanti fossili. Ma cosa avete nel cervello?

Copia e incolla la petizione in una mail e invia a:

Ministero dell'Ambiente
Ufficio stampa Capo.Ufficiostampa@minambiente.it
Segreteria ministro segreteria.ministro@minambiente.it

Parlamento europeo (Copia e incolla la petizione a questo indirizzo)
http://www.europarl.eu.int/petition/petition_it.htm

Inviare per conoscenza anche a:
Il Manifesto (redazione@ilmanifesto.it)
Liberazione (informazione@liberazione.it)
L'Unita' (lettere@unita.it)
Diario (redazione@diario.it)
Greenpeace (staff@greenpeace.it)
WWF (wwf@wwf.it)
Legambiente (legambiente@legambiente.com)
Ansa (redazione.internet@ansa.it)

--

La Leva di Archimede - Roma
Ass. di cons. per la liberta' di scelta
http://www.laleva.cc - http://consumers.laleva.cc

 
www.disinformazione.it