Benzina Verde

La tecnologia "senza piombo" sta a significare che qualcos'altro viene addizionato alla benzina per mantenere lo stesso numero di ottani. Ciò che non è stato ben chiarito è che sin da circa il 1970, il contenuto di piombo nella benzina ordinaria è stato ridotto.
Ci sono tre gruppi principali di sostanze che le compagnie petrolifere usano al posto del piombo.
1) Aromatici: composti organici basati sull'anello di benzene, un anello di carbonio 6 con tre legami doppi delocalizzati, benzene, toluene, xilene, ecc.
2) Olefine: composti organici con legami doppi.
3) Ossigenati: composti organici contenenti atomi di ossigeno.
L'ente statunitense che si occupa della protezione ambientale (EPA) ha preso di mira cinque sostanze inquinanti dell'aria per la loro tossicità: il benzene e il butadiene 1.3 sono le prime due in cima alla lista. Sono ambedue altamente cancerogene. Ora sorge una domanda: quale è l'attuale composizione delle benzine con piombo, di quelle normali senza piombo, e super senza piombo? In Australia ed Inghilterra le compagnie petrolifere non sono tenute a fornire nessuna informazione circa il contenuto chimico in piombo.
Uno studio indipendente effettuato dal Dott. Michael Dawson dell'Università di Tecnologia di Sydney mostra come nella benzina normale il contenuto totale di idrocarburi aromatici era del 27.7% ed il livello di benzene al 2%. Ma per la benzina senza piombo tale contenuto di aromatici era del 29.2% ed il livello di benzene al 2.1%. Perbacco! Significa che il contenuto di aromatici ed i livelli di benzene sono molto simili tra benzina normale e quella verde.
La benzina senza piombo standard ha un numero di ottani più basso, di circa 91, laddove quella con piombo ha un numero di ottani di 96 o maggiore. Il componente di piombo aggiunto è appena sufficiente a incrementare il numero di ottani da circa 91 ad oltre 96. Quella super senza piombo ha un numero di ottani pari a 96, pertanto ha un contenuto di idrocarburi aromatici, come pure di benzene, molto più basso di altre benzine. Questa analisi della benzina australiana fu effettuata prima del 1 Gennaio 1995: i livelli di piombo erano a 0.3 grammi per litro. Dopo questa data, i livelli massimi furono ridotti a 0.2 g/l, il che significa che è stata impiegata una maggior quantità di additivi alternativi (aromatici, compreso benzene e/o olefine). Così oggi la benzina con piombo potrebbe contenere anche più additivi alternativi della normale senza piombo.
Il terzo gruppo di sostanze alternative per aumentare gli ottani sono gli ossigenati. Un importante sottoprodotto della loro combustione è l'acido aldeide. Così sembra che gli ossigenati siano meno tossici del benzene.
Il cancerogeno benzene è un economico sostituto per il piombo.
Il Dott. Arthur Chesterfield-Evans un esperto nella salute occupazionale, ritiene che il pubblico sia stato fuorviato dalle dichiarazioni che eliminando il piombo dalla benzina, i suoi effetti negativi sulla salute e sull'ambiente si sarebbero ridotti. L'EPA statunitense afferma che la metà di tutti i casi di tumore potrebbero essere messi in relazione con l'inquinamento dell'aria. Il Dott. Dawson si domanda: "come mai alle compagnie petrolifere è consentito sostituire un cancerogeno per una neurotossina?" il cancerogeno è rilasciato nell'aria che respiriamo, mentre la neurotossina che lo sostituisce viene fuori dagli scarichi, come ossido di piombo o cloruro di piombo e cade vicino alla strada.
Il Proff. Roger Perry, capo del Sydney Melanoma Unit, del Royal Prince Alfred Hospital, dichiara: "Il benzene è un agente altamente cancerogeno. E' causa di tumori ai polmoni, al fegato, ai reni, alla pelle e di leucemia".
Rimane da farsi una domanda: come mai le marmitte catalitiche sono così importanti, da essere installate su automobili progettate per la benzina senza piombo, quando la benzina con piombo che ancora acquistiamo per le macchine senza catalitica contiene la stessa composizione di aromatici?
La questione ha uno sfondo di tipo chimico: le benzina verde contiene grandi quantità di MTBE necessario come additivo antibattimento (al posto del piombo). L'olio per motori contiene un additivo, lo zinco ditiofosfato (ZDTP), del quale non si può fare a meno in quanto garantisce la longevità dell'olio stesso. Se MTBE e lo ZDTP interagiscono sotto l'azione del forte calore si va incontro a qualcosa di catastrofico: si possono formare estere fosforico e componenti similari che rientrano nel gruppo dei gas nervini (Tabun, Sarin, E-605, ecc).
Le marmitte catalitiche delle auto a benzina emettono gas tossici. Il problema è particolarmente critico dopo che l'auto ha percorso circa 15.000 chilometri.

Articolo tratto da NEXUS NEW TIME edizione italiana n° 1

 
www.disinformazione.it